Concluso il progetto Viaggio sicuro – Viaggio allacciato

Categories:

BOLOTANA. Si chiude con una sala consigliare colma di famiglie e studenti della scuola primaria Motzo di Bolotana la seconda edizione bolotanese di Viaggio sicuro. Viaggio allacciato.
Il progetto didattico in forma di gioco-concorso ha fatto viaggiare in sicurezza, secondo i parametri chiave della mobilità sicura specie in auto e moto, i 68 scolari di Bolotana e le loro famiglie.

Temi, disegni, ricerche ed approfondimenti hanno rafforzato la consapevolezza dei bimbi sull’importanza della prudenza e del rispetto delle regole.

Un’educazione ad una cittadinanza attiva che affonda le proprie radici più solide nella partecipazione di ciascuno, anche dei più piccoli, alla crescita radicale di una società migliore e più sicura.

Certamente più consapevole.

Quale miglior modo di imparare se non giocando? Quale migliore stimolo se non quello di vedersi premiati, gratificati, lodati ogni giorno ed ogni settimana dalle autorità che hanno la responsabilità della Comunità?

Ed è proprio questo il segreto del gradimento del progetto in ogni scuola nella quale i promotori e finanziatori, le carrozzerie d’eccellenza del circuito nazionale Mio Carrozziere iscritte a Federcarrozzieri: la conquista di un’autodeterminazione comportamentale individuali di bimbi/figli che si scoprono capaci d’essere cittadini rispettosi delle regole ma anche di sapersi prendere cura ed essere responsabili anche delle loro famiglie durante i viaggi, piccoli o grandi, in auto, in bici, in moto.

I ragazzi pluripremiati con medaglia di bronzo, d’argento ed oro si sono così diplomati a pieno titolo Viaggiatori sicuri.

Presente ed incuriosita, anche la Sindaca di Lei Marcella Chirra, che si ha espresso il desiderio di avere una così grande festa anche per i bambini del suo Comune.

“Saremo lieti di costruire dei percorsi informativi e formativi in favore di adulti e bambini – ha detto Riccardo Deriu, bolotanese coordinatore della Federazione nazionale – le idee di sviluppo non mancano. Saremo lieti di esportare il progetto anche ad altre amministrazioni del territorio, fatto salvo che ci siano sufficienti volontà ed energie economiche. Al momento, ogni campagna è autofinanziata dal nostro referente regionale o locale che si fa carico di tutti gli oneri del gioco. Auspichiamo che rispettare le regole diventi contagioso e se ne apprezzi la pregnanza educativa e civile così che anche le amministrazioni possano collaborare in modo incisivo alle idee che vorremmo costruire insieme”.

Bolotana. Pioggia di medaglie per il concorso “Viaggio sicuro. Viaggio allacciato”

Categories:

Sala consigliare colma di bambini e genitori per l’ultima tappa del laboratorio concorso organizzato dalle carrozzerie d’eccellenza del circuito nazionale Mio Carrozziere aderenti a Federcarrozzieri. Consegnate le medaglie d’oro ed il diploma di campioni di sicurezza ai giovani scolare della IV e V elementare dell’Istituto Comprensivo.

Tutto pronto per l’ultima giornata di gioco e di formazione del progetto di educazione alla sicurezza in strada dedicato agli adulti ed ai bambini.

Essere informati è sempre un gran vantaggio per tutti, hanno dichiarato le maestre Maria Giovanna Nughedu e Mariusccia Madau: vedere con i propri occhi cosa accade alle auto in caso di incidente, capire cosa succede alle lamiere, ai nostri corpi quando per anche una lieve distrazione abbiamo un incidente è sempre utile. Abbiamo la fortuna di abitare in un paese tranquillo ma la serenità di una vita a misura d’uomo, non ci deve indurre nella tentazione di indulgere nel pensiero che nulla può accadere, che “proprio da noi non può succedere”.

Con questo spirito i campioni di Viaggio Sicuro si sono preparati a capire i perché di tanta premura da parte dei loro genitori, di tipologie di sanzioni applicate dalle Forze dell’Ordine. Guidare e viaggiare in sicurezza aiuta a prevenire e attutire la gravità di incidenti che per la maggior parte dei casi, sono generati da distrazione.

I dati ISTAT relativi sono drammatici specie per quanto attiene gli indenti che coinvolgono bambini: sono circa tremila annui e in quasi tutti i più piccoli riportano conseguenze gravissime se non letali. Le cause? Disattenzione, superficialità, velocità inappropriata, guida imprudente. Non la casualità ma l’imprudenza causa vittime della strada.

Piangere non serve a molto, per questa ragione i Carrozzieri che riparano le auto e che sono testimoni delle condizioni nelle quali si riducono anche le lamiere più scintillanti e le auto più ricche di optional e confort. Nulla possono le nuove tecnologie, auto sempre più sicure contro una guida imprudente. Nulla possono contro scelte di vita in auto o moto che concedono libertà d’azione.

Quante volte abbiamo visto bambini in braccio agli adulti, in piedi nella sezione posteriore dell’abitacolo o comodamente accanto al guidatore o, peggio ancora, fare​​ prove di guida con il genitore, magari in campagna o in una strada privata.

Abbiamo mai pensato che un semplice sasso, un banale ed innocuo brusco contatto potrebbe far scattare l’airbag anteriore e ferire o soffocare nostro figlio che gioca a guidare l’auto in braccio? Tutto questo è emerso nei temi, nei pensieri e nei racconti dei bambini ben istruiti dalle Maestre dell’Istituto Comprensivo B. R. Zedde di Bolotana. Silenziosamente e con pizzico di stupore misto a meritato orgoglio hanno ascoltato i tanti convenuti alla giornata di premiazione finale del concorso scolastico Viaggio sicuro. Viaggio allacciato.

Il ringraziamento, ha detto la Sindaca Annalisa Motzo, va al coordinatore regionale di Mio Carrozzierere-Federcarrozzieri, Riccardo Deriu della Carrozzeria Deriu di Bolotana, al gruppo di lavoro nazionale di Federcarrozzieri che ha promosso su scala il concorso Viaggio Sicuro, alla complicità rinnovata e sempre pronta delle Forze dell’Ordine e del Comandante Antonio Laezza della Stazione dei Carabinieri di Bolotana, della Coop. Ellemme Soccorso che ha coadiuvato nell’illustrare quali siano le gravi conseguenze sanitarie cui si va incontro in caso di incidente.

Prossima tappa dall’11 al 28 giugno a Cagliari nella scuola tutta inglese Chatterbox. I bambini cagliaritani, scelti fra i 5 agli 8 anni, giocheranno sviluppando i loro lavori e le loro attività tutte in lingua inglese integrando il loro concorso nel pieno delle attività della speciale scuola multilingue che educa dai 18 mesi ai 13 anni con un’impronta tutta in lingua inglese.

 

LINK